ELEZIONI PROVINCIALI TRENTO
(ANSA) - ROMA, 10 NOV - Il Pdl deve essere costruito sul territorio come ''un partito vero, democratico, di ispirazione cristiana, costola del Ppe, che sappia vincere e convincere anche quando non e' impegnato direttamente Silvio Berlusconi e che valorizzi tutte le componenti che con Convinzione ne vogliono far parte''. Lo afferma Carlo Giovanardi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e parlamentare del Pdl, commentando la vittoria del centrosinistra alle elezioni provinciali di Trento.

''Il cambio di schieramento dell'Udc in Trentino - dice Giovanardi - non ha impedito un vistoso calo di consensi per i sostenitori di Lorenzo Dellai passato dal 60,8 al 57,1%. L'avanzata del centrodestra con il candidato Sergio Divina passato dal 30,6 al 36,5% e' ascrivibile al successo della Lega a cui ha corrisposto un risultato mediocre del Popolo della Liberta'''.    Come leader dei Popolari Liberali nel Pdl, Giovanardi rivendica ''di aver contribuito comunque al risultato con la splendida affermazione dei nostri candidati, in particolare Pino Morandini risultato di gran lunga il primo degli eletti nel Pdl''.(ANSA).


PRIMO DEGLI ELETTI NELLE ELEZIONI PROVINCIALI DI TRENTO

MORANDINI PINO    (eletto) con  4909 preferenze

FRATTIN GIUSEPPE    1586

FRONZA DANIELA           401

LORI MARZIA                  350